ATTESE DA PAURA!

Usando alcuni condizionali cerchiamo di far chiarezza e riassumere i futuri progetti cinematografici riguardanti il cinema di genere italiano, in particolare il thriller/horror.
Il progetto più noto è quello di Dario Argento e del suo ultimo capitolo della trilogia delle tre madri, iniziato con Suspiria, proseguito con Inferno e che dovrebbe terminare con il prossimo film che si dovrebbe intitolare La terza madre o Mater Lacrimarum. Le ultime notizie danno la sceneggiatura di questo film nelle mani di due giovani americani Adam Gierasch e Jace Anderson la cui loro unica dichiarazione è stata quella che il film sarà molto violento. Speriamo in quella che molti fan definiscono l'ultima occasione di rilancio del Dario Argento che fu.

Altri progetti noti da tempo sono i due prossimi film di Lamberto Bava, tornato prepotentemente all'horror. I progetti sono decisamente diversi. Uno si intitola The Torturer ed è stato realizzato per l'home video. A quanto ha dichiarato lo stesso regista, si tratta di un horror molto crudele. Il secondo film si intitolerà Ghost son ed è una produzione internazionale (Italia, Inghilterra, Sud Africa, Spagna) con un cast di ottimo livello: John Hannah (Sliding Doors, Quattro matrimoni e un funerale), Laura Harring (la mora di Mulholland Drive) Pete Postlethwaite (I soliti sospetti, Nel nome del padre), Coralina Cataldi Tassoni (Il fantasma dell'opera, Opera, Demoni 2).

Pupi Avati girerà invece negli Stati Uniti il suo prossimo film. Lo ha rivelato lo stesso regista in occasione della presentazione di La seconda notte di nozze. "Vorrei misurarmi con un racconto nero un film come Zeder - dice - con il terrore che viene più dalle atmosfere che dagli effetti speciali e che potrebbe avere come titolo Il nascondiglio delle monache". Sarebbe un grande ritorno quello di Pupi Avati all'horror, genere nel quale non ha mai tradito, partendo dal suo capolavoro La Casa dalle finestre che ridono, passando da Zeder (1983), fino a L'Arcano incantatore (1996), l'ultimo horror italiano degno di nota.

Si intitolerà invece H2Odio il terzo film di Alex Infascelli, dopo i primi due (Almost blue, Il siero della vanità) che hanno mostrato un regista con del talento ma ancora acerbo. H2Odio si avvarrà degli effetti speciali di Sergio Stivaletti e sarà ambientato in finlandia (ma girato a castel Gandolfo) e racconta di cinque donne chiuse in una villetta e di omicidi che hanno a che fare con l'acqua. Nulla di più si sa per ora.

Un altro gradito ritorno al cinema è sicuramente quello di Michele Soavi (Deliria, La Chiesa, La Setta), dopo molta televisione (Ultimo, Uno Bianca, Ultima pallottola). Il prossimo film, in bilico fra thriller e noir, sarà Arrivederci, amore ciao, tratto dall'omonimo romanzo di Massimo Carlotto, che narra la storia di un giovane latitante che tenta in ogni maniera, non lecita, di rifarsi una vita. Nel cast Michele Placido e Isabella Ferrari.

(14/12/2005)