EROS PUGLIELLI - AD PROJECT

Varchi spazio-temporali, dimensioni parallele, campi energetici che fanno sanguinare il naso, luci paralizzanti, una videocassetta con incisa una registrazione di un fatto non ancora accaduto. La logica non sembra essere la prerogativa di AD Project, il nuovo film di Eros Puglielli, che uscir a maggio esclusivamente per l'home video. Il regista dice di essersi ispirato a Mulholland Drive di David Lynch mentre l'AD del titolo preso da Astronomy Domine dei Pink Floyd. Ci aspettiamo quindi un opera alluginogena molti libera dai vincoli narrativi. Questo progetto uscito un po' in sordina inoltre un bell'esempio di autoproduzione. Il film girato totalmente in digitale costato non pi di ottomila euro, il che non vuol dire che sia a basso costo in quanto stata attuata una politica di cooperazione con l'intera compagnia. Ogni componente del cast (fra i nomi noti Gio vanna Mezzogiorno e Gio rgio Albertazzi) infatti proprietario dell'opera e quindi percepir una percentuale dei guadagni. La fotografia di Luca Coassin che ottime cose aveva fatto vedere nel precedente film di Puglielli, Occhi di cristallo.
(18/03/2006)