Occhi di cristallo
thriller, col, 114 min.

Regia: Eros Puglielli

Sceneggiatura: Gabriella Blasi, Luca Di Fulvio, Franco Ferrini, Eros Puglielli

Attori: Luigi Lo Cascio, Lucia Jmenez, Jose Angel Egido

Fotografia: Luca Coassin

Produzione: Italia/Spagna, 2004

Musica: Francesc Gener

Un serial killer uccide le sue vittime e ne amputa una parte sostituendola con un pezzo di una bambola. L'instabile ispettore Amaldi è incaricato di risolvere il caso. Entrambi hanno dietro un passato difficile che non riescono a dimenticare.
Buono questo thriller di Eros Puglielli. Oltre alla sicura regia è da segnalare un'ottima fotografia e degli ottimi trucchi. Non altrettanto ottima è la sceneggiatura a tratti carente a tratti eccessiva nelle spiegazioni (passato di Amaldi), comunque nulla di catastrofico. Le musiche, belle, risultano non sempre in sintonia col film.
Come detto, un buon thriller, però convenzionale e con un finale in calando. Chi si aspettava la rinascita del cinema di genere italiano non può che essere rimasto in parte deluso. Il film inizia con le migliori aspettative con il primo triplice delitto di una fredda violenza che può far ricordare film come L'ultimo treno della notte. Però successivamente vediamo il film prendere la strada dei recenti thriller americani, più che dei gialli italiani. Lo fa ottimamente, sia chiaro, sfruttando tutti gli stereotipi del genere ma diventando di conseguenza prevedibile. Il finale, non memorabile, ricorda quello di un famosissimo film di Fulci: la differenza è "abissale".
Fabio Meini