Una ragione per vivere e una per morire
western, col, 120 min.

Regia: Tonino Valerii

Sceneggiatura: Tonino Valerii, Rafael Azcona, Ernesto Gastaldi, Jay Lynn, Howard Sandford

Attori: James Cobrun, Bud Spencer, Telly Savalas, René Kolldehoff

Fotografia: Alejandro Ulloa

Produzione: Italia/Spagna/Germania, 1960

Musica: Riz Ortolani

L'ex-colonnello Pembrock (James Coburn) si fa assegnare la missione della riconquista di Fort Holman e per far ciò arruola otto delinquenti che avevano già la corda al collo. Pembrock ha difficoltà a gestire il suo "esercito" e riesce ad avere la totale fiducia solo quando gli rivela che la missione è una copertura per recuperare dell'oro. Ma nemmeno questo è il motivo reale che spinge Pembrock al forte.
Altro bel western di Tonino Valerii (Il Mio nome è Nessuno, I Giorni dell'ira) con un grandissimo James Coburn. Il film non ha la fotografia de Il Mio nome è Nessuno , né la musica, ma ha a suo favore una forza d'azione da fare invidia. Grande cast: oltre a Coburn ci sono Bud Spencer e Telly Savalas. In realtà il ruolo di Bud Spencer doveva essere di Eli Wallach, che proprio all'ultimo momento dovette declinare l'impegno. Fu preso al volo Bud Spencer che non ebbe nemmeno il tempo di imparare il copione, ma si arrangiò con un po' di mestiere recitando in italiano.
Fabio Meini